Perdita di peso 58 kg


Dimagrire non significa perdere peso Pubblicato il: 22 luglio Non è cosa infrequente assistere al fenomeno di dieting ovvero di numerose diete che si susseguono dando luogo ad un pericoloso andamento del peso a yo-yo, in cui i chili si perdono e poi si riacquistano con un notevole stress psicofisico.

perdita di peso 58 kg erin mcdonald perdita di peso

Una persona continua a perdere e riacquisire peso, alternando diete strettamente ipocaloriche e periodi di caos alimentare, attività fisica costante a volte estenuante e totale sedentarietà. Chi è in sovrappeso raramente intraprende un percorso di dimagrimento univoco e risolutivo, ma si disperde in più tentativi infruttuosi di dieta, dai risultati parziali e temporanei.

perdita di peso 58 kg bruciagrassi per birra

Spesso questo avviene poiché ci si affida a diete avventate, non si tiene conto della naturale fisiologia del percorso di dimagrimento e si desidera, prima ancora che dimagrire bene, farlo in fretta.

Al di là del totale disequilibrio nutrizionale a cui ci si espone quando si intraprende una dieta drastica, vi siete mai chiesti se ci siano conseguenze negative sul lungo termine per chi continua a perdere e riacquistare peso con pericolose diete fai-da-te?

Prendiamo ad esempio una donna che inizialmente pesa 65 kg: a seguito di una dieta rigidissima arriva a pesare 58 kg in poche settimane, un peso che mantiene per mesi.

perdita di peso 58 kg come perdere la ragazza grassa dellanca

In seguito ricomincia a mangiare disordinatamente, non prestando attenzione alle quantità e arrivando di nuovo a 65 kg; rendendosi conto di essere ingrassata, in primavera si rimette a dieta: di nuovo kg, per perdita di peso 58 kg tornare a kg a settembre. Il cambiamento della composizione percentuale di grasso e muscolo non è un aspetto da sottovalutare: ricordiamo che solo la massa metabolicamente attiva del muscolo è in grado di produrre energia bruciando calorie, mentre il contributo dato dalle riserve di grasso è molto marginale ed ininfluente.

Risultato: la donna farà più fatica a dimagrire, e sarà invece più predisposta ad ingrassare.

perdita di peso 58 kg perdita di peso 4 vita

La perdita di peso deve essere sempre monitorata da persone esperte ed attraverso strumentazione appropriata, in questo modo possiamo essere sicuri che la perdita di peso è effettivamente dovuta ad un dimagrimento perdita di massa grassa. La bilancia non è tutto.

Non necessariamente la riduzione del grasso corporeo, correla con la velocità dei chilogrammi persi. Questo non accade ad esempio se la persona pratica sport e incrementa con vantaggio la sua massa muscolare o se la persona è disidratata e inizialmente deve colmare un deficit di liquidi corporei.

Prenota una visita Gentile signora, un protocollo dietetico di calorie è piuttosto restrittivo in ogni caso. Personalmente preferisco diete meno povere dal punto di vista calorico e lavorare maggiormente sull'incremento dell'attività fisica in quanto operare un taglio drastico dell'energia introdotta presto o tardi porta ad una situazione di stallo prima e rallentamento metabolico poi. Non è un caso che molti pazienti con il metabolismo molto rallentato provengano da anni di diete estremamente privative. Le consiglio di effettuare una valutazione più approfondita con la sua Dottoressa o con altro specialista di alimentazione. Stai ancora cercando una risposta?

Pertanto è inutile concentrarsi sulla bilancia e scoraggiarsi se non risponde apparentemente alla dieta, meglio sarebbe sostituirla con un centimetro.

Condividi con chi vuoi.

Ovviamente lo stallo della bilancia non significa che se per una settimana non hai avuto variazioni di peso già devi lamentarti che la bilancia non si muove più! Se vedi che la bilancia non si muove o si muove molto meno che in passato allora fai una media della perdita di peso delle ultime 4 settimane: se il numero risultante è minore di grammi e pensi di aver seguito il programma diligentemente allora potresti aver raggiunto un plateau: continua a leggere questo articolo.